martedì 6 gennaio 2009

Ron Asheton R.I.P.



Ecco la prima brutta notizia del 2009 (a parte l'orribile, immane tragedia in Palestina su cui ritornerò più avanti).

Ron Asheton, l'imbattibile chitarrista degli Stooges, è stato trovato morto oggi nella sua casa di Ann Arbour in Michigan. Aveva 60 anni.
Da giorni il suo agente provava a mettersi in contatto con lui, ma senza riuscirci. Così oggi la polizia è entrata nell'appartamento del chitarrista e ha scoperto il corpo senza vita di Asheton.
A quanto pare la morte risale a diversi giorni fa per un probabile arresto cardiaco, ma il coroner non ha ancora espresso il suo verdetto definitivo.
Con Ron Asheton se ne va uno dei chitarristi più grandi e influenti della storia del rock'n'roll. E si pone definitivamente la parola fine sull'avventura di quella che per molti è stata la più devastante r'n'r band di tutti i tempi: gli Stooges.

Rest In Peace, Ron.
Sono certo che da qualche parte in questo momento stanno risuonando i riff cattivi ed essenziali di "1969" e "I wanna be your dog".
Ad alto volume, come tu avresti voluto!

3 commenti:

Molecola ha detto...

E' stata veramente una notizia tremenda. E purtroppo quel che è peggio è che toccherà farci il callo: le "vecchie glorie" infatti proprio in quanto tali cominciano ormai ad avere una certa e salvo rare eccezioni sono anche piuttosto male in arnese...

R.I.P.

:(

Thegoblin ha detto...

Ero sicuro di trovarne una traccia qui da te.

E questo è quanto.


Alessio Caspanello.

tony-face ha detto...

Pessima notizia davvero.

Questo fermerà i "nuovi" Stooges spero, che per quanto emozionanti nei due acts che avevo visto (uno supportato con i Not Moving nel 2005 a Milano) avevano sempre più il sapore di muffa